ALDEBARAN – il Seguace

La mia luce rossa diventa sempre più forte e potente
Rappresenta la decisione, rappresenta il guerriero dall’ego possente.
Nasco con questa luce rossa ma non so chi me l’ha donata
Non so chi io sia
Qualcuno mi ha donato questa luce incandescente e
In me sento di avere il diritto di scegliere
Procedere sulla solita via oppure
fare di testa mia

Mi guardo intorno e non vedo miei fratelli attorno a me
non vedo nessuno che conosco
qualcuno che mi possa tornare alla mente.
Si forse ne vedo uno ma che non si ricorda più di me.

Che costellazione è questa
Non la riconosco e non so nemmeno quanta esistenza mi resta
So solo che da sempre seguo la corrente
Da un po’ sto seguendo un’altra luce che mi indica la via
Almeno sto in compagnia
Eppure ho ancora diritto di scegliere con la mia mente

Improvvisamente La luce davanti a me mi rivolge il suo viso
incrocio i suoi occhi e vedo all’improvviso
il suo sguardo amareggiato
mi accorgo che non esce più il mio sorriso

Non riesco più a pensare ad altro
Non so perché scansiono ogni cosa che ho fatto
Ogni cosa che ho detto
Senza interruzione e non riesco a fare altro
Sono giunto ad un capolinea come molte volte nella mia vita
Mi accorgo che la mia luce è tutto ciò che vedo
Solo di questa mi interesso ma mi sembra si sia ingiallita
Capisco che tutto ciò è solo per una mancanza di coraggio
Mi accorgo che uso la mia luce per illudermi chi io sia
ho voluto credere ad una verità che è una idiozia.
Allora faccio un respiro profondo,
abbandono tutto ciò che ho creduto di essere
non voglio più crederlo, non voglio più essere niente in fondo
ma più spoglio la mia essenza dalle mie illusioni
più mi occorre spazio nel mio cuore,
l’umiltà che ci deve entrare è così pura e niente
che forse il mio cuore non è sufficiente.

Sto in silenzio e continuo a respirare profondamente
La vita e la morte sono solo un gioco privo di alcun colore
Occorre davvero tanto coraggio per far morire quella mia parte che mente
Tante volte mi sono trovato di fronte a questa scelta
Ma sono un codardo un seguace ripetente
Ma quello sguardo ancora mi blocca
Si ho già guardato attraverso i suoi occhi
Ma questa volta vedo ciò che credevo di poter scegliere
anche questa volta la mia visione non mente
così mi preparo ad abbandonare la mia luce incandescente,
fino a diventare niente.
Finalmente capisco il mio vero stato
Sono solo una umile stella, una stella così umile che sembra essere davvero niente
Eppure più mi sento umile e più mi sento espanso
Non riesco a contenermi completamente
Devo tirare un altro respiro profondo,
il mio cuore finalmente si riempie
non sono più ora solo un seguace ripetente
Nasco si senza sapere fare niente
Ma adesso finalmente il mio destino si adempie.

Angelo La Rosa
Blogger Gruppo Rebis

Pubblicato da Redazione Rebis

Membro gruppo esperti e gruppo redazione di Rebis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: