Il Respiro del mare

Il mare respira in me

Onde lunghe e quiete che riassaporano il primo respiro di vita

Il vento soffia in me

Una brezza fresca che mi guida senza spingermi. Sa dove andare ed io questa volta non mi oppongo alla sua guida

Ricordi opposti si accendono

Un mare in tempesta che si infrange

Roccia che brilla nella luna piena, bagliori di una vita che in ogni granello diventa il suo opposto

Sabbia sollevata da un vento cattivo che disperde e cancella

Boati sordi, esplosioni, il cuore si spezza insieme a tutto il creato

Una traccia di dolore che oscura la gioia e la vita che lo ha preceduto

Guardo verso il basso e vedo solo distruzione

Guardo verso l’alto e vedo ciò che è già stato

Tutto condensato nella densità di un granello di sabbia che a sua volta esplode come se fosse tutto l’universo

Esplode e mi rivela la sua storia

È stato un futuro che ho già vissuto, ma ora so di un altro futuro ancora da vivere, tornando a respirare il respiro della vita, del mare, del vento, della sabbia

Respiro in loro e loro in me, un’armonia che ricorda una perfezione lontana nel tempo e nello spazio, nei concetti e nei significati

Assenza di significati, inutili nella completezza di ciò che era

E mi ritrovo nel respiro del mare, nel frusciare del vento, in un altrove senza tempo e senza spazio eppure presente in ogni tempo, spazio e forma.

Graziella Cella
Blogger del Gruppo Rebis

Pubblicato da Redazione Rebis

Membro gruppo esperti e gruppo redazione di Rebis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: