Io

Io

Si fa presto a dire io.
Ti sembra di essere io ma poi svanisci senza accorgertene.
Ci vuole pratica
Ci vuole esercizio.
Prima di essere io non sai bene chi sei
Prima di essere io sei tutto il resto
È strano pensare che tutto il resto fuori non sia io
Ma allora che cos’è?
Ego?
Ma come, ego non vuol dire io?
Si, è la forma mentale di io!
Non capisco.
Mi sembra di essere al cinema e non capisco più se sono il protagonista del film
o lo spettatore che ha pagato l’ingresso.
Sobbalzo dalla poltrona.
Ma che sto facendo?
Mi sto confondendo con quello che vedo!
Ma com’è possibile?
Sento dentro lo squarcio del mio cuore che si lacera dal dolore.
Ma come ho potuto confondere me con tutto questo?
Non capisco ma ne soffro in una maniera indicibile.
Mi contorco dal dolore e mi rannicchio su me stesso.
Sono entrato per vedere il film ma poi….
Un momento!
Perché sono entrato qui?
La mia forma astrale doveva vedere, doveva capire.
Non posso credere di essere stata così cieca.
Non mi sembra reale
Eppure il film che guardo lo è, irreale.
E io? Dove sono finito io?
Mi vedo e mi sento come un drogato, in preda agli effetti di una potente e apparentemente dolce droga che ti toglie la presenza, ti toglie la visione, ti toglie i sensi, tutti i sensi: la preveggenza, la telepatia, la multi locazione.
Il cinema è un locale che ti tiene attaccato allo schermo e ti fa diventare… locale, addormentato nella tua illusione di vivere.
Che droga potente è la mente!

E io allora?

Io sono il sorriso che si rivolge alla parte di me che sta capendo
Sono le braccia calde che mi accolgono quando vedo, sento e sono
Sono i colori e i suoni che mi pervadono e purificano dalle immagini che mi sono attaccato addosso nella confusione di non sapere chi fossi.
Quando sei drogato di mente, ti senti tutti e tutto e ogni immagine di quello che vedi te l’appiccichi addosso convincendoti di essere tu.
Io sono l’attesa che pazientemente aspetta il mio risveglio
Sono la libertà che non ha limiti di spazio, tempo e luogo
Sono la……(qualsiasi parola io scriva è riduttiva) che non ha limiti e dimensioni, che istantaneamente è ovunque.
Basta solo desiderarlo!
È talmente bello che mi sembra incredibile di come io rinunci a tutto questo
per identificarmi nel film o in quello che vedo intorno a me.
Basta!

Devo prepararmi per andare a lavoro.
Questa volta ci vado io!

Lorenzo Ferrante
Blogger Gruppo Rebis

Pubblicato da Redazione Rebis

Membro gruppo esperti e gruppo redazione di Rebis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: